I Macro ed i Microelementi dei Concimi

Elementi che compongono il Concime

Nel concime, sono presenti degli elementi nutritivi che vengono prelevati dalle piante attraverso le radici e sono fondamentali per il loro sviluppo. Questi elementi sono già presenti nel terreno, ma, venendo assorbiti dalle piante, necessitano di essere reintegrati con regolarità ed in proporzione alle necessità del vegetale.
Tutti gli elementi nutritivi di cui stiamo parlano si trovano, nel terreno e nel concime, sottoforma di sali minerali disciolti che, generalmente, vengono divisi in macro e microelementi.
I macroelementi rappresentano i minerali di cui le nostre piante fanno più uso ed, in proporzioni diverse, sono sempre presenti in qualsiasi concime; a loro volta si distinguono in elementi di fertilità primari e secondari, detti anche mesoelementi.
Gli elementi primari della fertilità, o semplicemente macroelementi, sono:

L'AZOTO (indicato con il simbolo 'N') che è fondamentale per ogni pianta che stia sviluppandosi e, per sviluppo si intende qualsiasi mutamento naturale subito dalla pianta nel corso della sua vita come, per esempio, la germogliazione, la nascita di nuove ramificazioni o, semplicemente, la crescita. A seconda della necessità della pianta questo elemento deve essere somministrato in dosi diverse, ad esempio l'apporto di azoto dovrà essere minore in autunno ed in inverno quando la nostra pianta è nel pieno del suo periodo di 'riposo'.
Il FOSFORO (indicato con il simbolo 'P') rappresenta un minerale fondamentale per le piante che necessitano di assorbirlo specialmente nei periodi 'critici' come la fioritura o il periodo in cui si sviluppano i frutti. Tuttavia, solitamente, le piante non necessitano del fosforo in grandi quantità, ma ricordiamo che la carenza di questo minerale può provocare seri danni.

Il POTASSIO (indicato con il simbolo 'K'), come il fosforo, anche il potassio è importante nelle fasi di fioritura ed in quella di sviluppo dei frutti, ma le piante lo assorbono, genericamente, in quantità maggiori. Il potassio contribuisce allo sviluppo delle piante ed il risultato di un giusto apporto di questo minerale è riscontabile nei fiori, notevolmente più sani e colorati, nei frutti che saranno più saporiti, grossi e succosi ed in generale nella crescita della pianta.
Tra i mesoelementi, meno importanti in quanto non incidono particolarmente sulla salute e sulla resa della pianta, sono invece quattro: calcio, magnesio, zolfo e cloro.
Per quanto riguarda i microelementi, nonostante agiscano in quantità molto limitate, svolgono comunque un ruolo fondamentale nella vita della pianta in quanto entrano a far parte della costituzione degli enzimi. I microelementi sono molti e sempre presenti in quantità differenti, all'interno di qualsiasi concime; essi sono: boro, manganese, rame, zinco, molibdeno, cobalto e ferro.